Il Parco Naturale Regionale dell'Antola

 

Il Parco Naturale Regionale dell'Antola è stato istituito con L.R. 12 del 22/02/95 e il Piano del Parco è stato approvato con delibera regionale 42 del 03/08/2001.
L'area del parco dell'Antola è una delle zone più belle e suggestive dell'Appennino e dell'entroterra ligure, comprende due grandi vallate, quella dello Scrivia e quella del Trebbia, ed altre più piccole ma non meno interessanti quali la Val Vobbia, la Val Pentemina, la Val Brevenna, Valli del Brugneto, del Cassingheno e del Terenzone.
Il parco confina a Nord con il Piemonte e ad Est con l'Emilia Romagna ed è costituito dai territori montani di dodici comuni: in Valle Scrivia Busalla, Crocefieschi, Isola del Cantone, Ronco Scrivia, Savignone, Valbrevenna e Vobbia, in Val Trebbia Fascia, Gorreto, Propata, Rondanina e Torriglia.

L'area del parco è dominata dalla cima del Monte Antola (1597 m.) il quale prende il nome dal greco "anthos" che significa fiore e infatti sono affascinanti le fioriture che, da aprile a luglio, rivestono i prati sottostanti la vetta: narcisi, orchidee, genziane, gigli, ranuncoli e decine di altre varietà. Meta prediletta dei genovesi era conosciuta e frequentata già nel Medioevo. Dalla vetta del monte si può ammirare un panorama ineguagliabile che spazia a 360° sull'orizzonte sconfinato: si scorgono le navi attraccate nel porto di Genova e l'arco della riviera di Ponente che, verso sera, si punteggia di luci; lo sguardo si spinge fino alla Corsica e alle isole dell'Arcipelago Toscano e, più a sinistra, appaiono le Alpi Apuane. Verso Ovest il susseguirsi delle valli introduce alle Alpi Marittime; girando lo sguardo ad arco si percorre l'intero sistema montuoso fino alle Alpi Retiche. Sullo sondo della pianura che si stende, come un mare, tra gli Appennini e le Alpi,si stagliano le vette del Monviso, del Monte Bianco e del Monte Rosa.

Il Monte Antola, trovandosi sul crinale che raccorda l'alta Valle Scrivia con l'alta Val Trebbia, è stato, nel corso dei secoli, un importante crocevia extra-regionale che permetteva agli abitanti delle due valli spostamenti stagionali e scambi commerciali e culturali.
L'area protetta dell'Antola, secondo le disposizioni del Piano del Parco, è stata suddivisa in tre fasce di protezione:
:: La zona B o riserva generale orientata.
   Comprende una sola area: la zona delle Rocche del Reopasso.
:: La zona C o area di protezione.
   Sono le zone che interessano la maggior parte del parco, quelle ad alto valore naturalistico e ambientale connesse a particolari forme culturali, produzioni agricole e modelli insediativi..
:: La zona D o area di sviluppo.
   Le aree di sviluppo si riferiscono ad aree con elevati valori naturalistici e presenza di strutture  destinate ad ospitare attività e servizi. Queste zone sono :
   -L'area della vetta del Monte Reale.
   -Il torrente Vobbia e il Castello della Pietra.
   -L'ecomuseo della Valbrevenna.
   -L'area della vetta del Monte Antola e rifugio.
   -Il Lago del Brugneto.
   -L'osservatorio astronomico Casa del Romano.
::Zone contigue funzionalmente connesse all'area parco.

   Si tratta di porzioni di territorio che sebbene non ricadano nell'area protetta ne sono    funzionalmente connesse. Tra queste zone troviamo il borgo di Pentema, il borgo di Senarega e il borgo di Chiappa.

 

VISITA IL SITO:  www.parcoantola.it

 

The Mount Antola Regional Natural Park

The Mount Antola Natural Park was funded by the Regional Law nmb. 12 as of 22/02/95 and the Park Plan was approved with regional deliberation N° 42 as of 03/08/2001.
The Antola park area is one of the most beautiful and suggestive zones in the Appennine and the Ligurian hinterland. It includes two big valleys, the Scrivia and the Trebbia Valley and other smaller ones but not less interesting such as the Vobbia Valley, the Pentemina Valley, the Brevenna Valley, the Brugneto Valley, the Cassingheno Valley and the Terenzone Valley.The park borders Piedmont northward and Emilia Romagna southward and it is made up of twelve Communes mountainous territories : Busalla, Crocefieschi, Isola del Cantone, Ronco Scrivia, Savignone, Valbrevenna and Vobbia in the Scrivia Valley, Fascia, Gorreto, Propata, Rondanina and Torriglia in the Trebbia Valley.
The park area is dominated by the Mount Antola top (1597 mt.) which name comes from Greek "anthos" meaning “flower”.
As a matter of fact the flowerings which cover the lawns below the peak from April to July are fascinating: narcissuses, orchids, gentians, lilies, buttercups and dozens of other varieties. The Mount Antolais the favourite destination of Genoese people and was already known and frequented in the Middle Ages.
From the top of the mountain we can admire an incomparable panorama that spaces 360° on the boundless horizon: you can perceive the ships docked in Genoa Port and the West coast lights at sunset time; one can even see the Corsica Island and the Tuscan archipelago Islands and the Apuane Alps appear on the left. Westwards there are other valleys that introduce us to the Maritime Alps and one can see the whole mountainous system up to the Retiche Alps.
On the background of a sea-like plain, between the Appennines and the Alps, the Mount Monviso peaks as well as the Mount Bianco and the Mount Rosa peaks stand out.

During the centuries the Mount Antola, finding itself on the ridge that joins the Upper Scrivia Valley to the Upper Trebbia Valley, has been an important extra-regional crossroad, letting the inhabitants of the two valleys move seasonally and make commercial and cultural exchanges.
According to the dispositions of the Park Plan the protected areas of the Mount Antola are three:
:: Zone B or “General oriented reserve”.
Zone B includes only one area: the zone of the Reopasso Rocche .
:: Zone C or “Area of protection”.
It’s the widest part of the park, the one with high naturalistic and environmental value connected to particular cultural forms, agricultural productions and settlement patterns.
:: Zone D or “Development area”.
The Development areas are the ones with elevated naturalistic values and presence of structures destined to activities and services. These zones are:
- The area of the Mount Reale top.
- The Vobbia stream and the Stone Castle .
- The Valbrevenna ecomuseum.
- The area of the Mount Antola top and its mountain regufe.
- The Brugneto Lake.
- The of Casa del Romano’s astronomic observatory.
:: Adjoining zones functionally connected to the park area.
They are portions of territory functionally connected to the protected area although they are not part of it. Among these zones one finds the villages Pentema , Senarega and Chiappa.
 

 

 

Associazione Pro Loco Gorreto - Via Capoluogo, 16020 GORRETO   GE

 - Copyright © Pro Loco Gorreto 2006 -